Migliora L'intensità del tuo allenamento con i Pesetti SavoirFaire.

Quando ci alleniamo con i pesi, è bene fare brevi sessioni di pochi minuti per 5 o 6 volte la settimana, per stimolare un cambiamento nella forza o nello spessore muscolare.

 

Nel caso dell’allenamento con i pesi, quante volte bisogna farlo la settimana? Un tema molto dibattuto, a cui la scienza sta cercando di dare risposta.
Uno studio condotto alla Edith Cowan University, in Australia, suggerisce che il segreto dell’allenamento in palestra per sviluppare la forza con i pesi risiede nella regolarità dell’esercizio fisico, più che nella durata dei singoli allenamenti.
Quando ci alleniamo con i manubri, insomma, è importante stabilire un programma con sessioni molto regolari, più che su sessioni lunghe.
Allenarsi 5 o 6 volte la settimana, anche per poco tempo è più efficace che allenarsi in lunghe sessioni per poche volte la settimana.

 

L’esercizio fisico e i temi ad esso correlati non sono ancora stati sviscerati del tuto dalla scienza. È assolutamente aperta la la sfida a capire quale sia il regime di esercizio ottimale, in termini di frequenza, durata, varietà.
Il team australiano è arrivato a questa conclusione in base all’analisi delle abitudini di esercizio di 36 volontari.
L’attività prevedeva sessioni di lavoro sui bicipiti con manubri pesanti per quattro settimane: un gruppo ha eseguito sei contrazioni al giorno per cinque giorni alla settimana, un gruppo ha eseguito le stesse 30 contrazioni alla settimana, ma le ha concentrate in un solo giorno, e un gruppo ha eseguito solo sei contrazioni in un giorno.

 

Alla fine, se quest’ultimo gruppo non ha mostrato alcun cambiamento nella forza o nello spessore muscolare, gli altri due hanno mostrato lo stesso aumento dello spessore muscolare, ma solo il gruppo che ha distribuito gli esercizi nell’arco della settimana ha sviluppato la forza muscolare, in media di oltre il 10%.

Il team ha così scoperto che sono le brevi sessioni di attività giornaliera ad aumentare la forza muscolare rispetto a sessioni di allenamento più lunghe e meno frequenti.
Si tratta di un solo tipo di esercizio, ma gli scienziati ritengono che il principio sia applicabile anche ad altri tipi di allenamento.
Il messaggio che arriva dalla scienza è dunque quello di non affaticarsi per migliorare la forza e lo spessore muscolare.